Slow Food Rete Giovane è una rete di giovani studenti, contadini, chef, artigiani associati al movimento Slow Food che supportano il cambiamento del sistema agro-alimentare. I giovani attivisti si costituiscono in gruppi attivi nelle varie città e, lavorando all'interno di ogni condotta Slow Food, organizzano sul proprio territorio eventi, attività e progetti per promuovere in modo informale e dinamico uno stile vita buono pulito e giusto. Il network si sviluppa a livello europeo con altri gruppi di attivisti che operano in 11 paesi formando lo Slow Food Youth Network. 

 

A seguito del primo meeting dei giovani di Slow Food Italia è stato redatto il manifesto della rete: 

 

Siamo i giovani Slow Food e ci riconosciamo nella filosofia di Terra Madre. Percepiamo l’imminente necessità di un modello di sviluppo alternativo e sostenibile. Consideriamo come principali portatori del sapere le esperienze del passato e la ricchezza culturale del mondo che vogliamo coniugare con i bisogni, le prospettive e i nuovi strumenti del... nostro tempo. Ci assumiamo la responsabilità di questa sfida educando, tutelando e promuovendo in modo informale e dinamico uno stile di vita buono pulito e giusto. Lo facciamo condividendo le nostre esperienze e le nostre conoscenze animando una rete aperta e accessibile, coinvolgendo in questo percorso un numero crescente di soggetti. 

 

La rete di Terra Madre è costituita da tutti coloro che vogliono agire per preservare, incoraggiare e promuovere metodi di produzione alimentare sostenibili, in armonia con la natura, il paesaggio, la tradizione. Al centro del loro impegno c’è un’attenzione particolare per i territori, per le varietà vegetali e le specie animali che hanno permesso nei secoli di preservare la fertilità delle terre. 

 

La visione di Terra Madre si oppone allo sviluppo scriteriato e alla ricerca di un aumento sistematico e costante dei rendimenti e dei margini economici, attraverso la vendita dei propri prodotti sul mercato globale. In effetti, la ricerca esasperata del profitto ha ripercussioni molto pesanti su tutti noi, contribuenti e abitanti del pianeta. Tuttavia, sono in primo luogo i piccoli produttori che pagano il prezzo di questi meccanismi, perché non hanno i mezzi per accedere a canali commerciali locali e sono schiacciati da sistemi di sovvenzioni che non permettono di sviluppare attività agricole in condizioni giuste. 

 

Per iniziare a far parte della Rete Giovani Slow Food scrivi alla condotta di Latina all’e-mailslowfoodlatina@gmail.com  e diventa socio. 

 

Chiara Fiacco                                    Sara Guercio  

(Responsabile sezione giovani)                    (Fiduciaria Slow Food Latina) 

 

Terra Madre Day

"Camminare la Campagna del Parco"

Osteria d'Italia 2018

Festival del Carciofo

Regali di Gusto

Visita al Birrificio

Regala un libro Slow